domenica 13 maggio 2012

IL VINO


Rispetto Il frutto del lavoro degli uomini. Dona gioia e serenità a poveri e ricchi.
Nettare angelico, calpestato dai piedi del diavolo e imbottigliato dai suoi devoti.
"Riempite i bicchieri e sarete lieti e sereni" urla l'oste.
Ridarà colore al vespro. Illuminerà i vostri occhi ed accenderà l'estasi.
Lasciatevi sopraffare dal calore. Le vostre guancie si coloreranno.
Arrossiremo come bambini. Bicchieri pieni e anime in festa.
Affoghiamo la noia nelle botti. Dissetiamoci. Nella tomba il vino non giunge.
Bagnamoci la bocca delle sue grazie.

 Il vino e' per la gente allegra e spensierata che ama divertirsi.
Io sono molto piu' per i veleni che intossicano il fegato e annebbiano la mente.
L'importante è che il bicchiere sia sempre pieno.
Bianco. Frizzante. Fresco. Di Prosecco riempio il mio bicchiere.
Scende, vaporizza nello stomaco e sale.
Dalla mia gola infiammata escono canti acerbi e canzoni giovanili.
Il mio corpo senza riposo si rilassa. I muscoli si sciolgono.
Ho voglia di leggere poesie ed emozionarmi.
Spegni la sete del poeta visionario.
Un battello ebbro mi trasporta sempre più distante dalla riva.
"Battello trasportami più in là te ne sarò grato". "Siamo tutti pazzi".
La testa incomincia ad essere pesante. Il letto mi abbraccierà.
"Caronte continua a guidare e a cullarmi. Andiamo lontano."

3 commenti:

nicola za ha detto...

....CIN CIN.....!!!!!

Fred Nitch ha detto...

SALUTE!!!!!!!!!

the_piper ha detto...

stupenda.... grandi parole. inebriamoci!!!!!
così lontani così vicini!!!!!!!!

Posta un commento