mercoledì 21 marzo 2012

LAME SPORCHE E FOGLI AMMUFFITI

Voglio prendere una strada e scegliere quella sbagliata. 
Perdermi e non tornare.  Sono fermo e sono perso. Sono fermo e non ci sono.
Le farfalle dalle ali bucate si dimenano a terra e urlano, ma nessuno le sente.
Dannata indifferenza! I vermi le mangeranno. 
Sotto la maglia la bianca pelle. Bianca pelle color latte.
Cicatrici e lame sporche. Sangue appiccicoso. Ferite chiuse male. 
Ingoiamo rospi trattati con mescalina. Non digerisco quello che sento.
Mi ferisce lo stomaco. Mi corrode il fegato. 
Raccolgo margherite nel cortile delle case popolari tra le siringhe. 
Il male nei loro occhi mascherato dalla camicia bianca.
Getto la lista delle cose che avremmo dovuto fare.